Closed

Sedano va, ora, definitivamente, lasciando una traccia silenziosa…troppa polvere in questo blog. Ora si chiude. Forse lo troverete in un altro blog Ma sarà un'altra carta d'identitàseppur autentica forse se sarete attenti lo scoverete. molti di voi resteranno sempre dentro di me sono attimi della mia stessa esistenza ineludibili e incancellabili in fondo se chiudo smetterò di prendere polvere inutilmente. … Continua a leggere

Precaarietà

Flessibilità. E' cominciato tutto da lì. Ho sentito questo termine quando ero ancora studente alle superiori. In parole povere significa capacità d'adattarsi a condizioni mutevoli. In termini concreti "…s'intendono misure legislative in grado di rendere il rapporto lavorativo di tipo subordinato meno oneroso e meno vincolante, senza però far venir meno i diritti acquisiti del lavoratore"….e ancora (…) "La flessibilità … Continua a leggere

Delirio II- Da

Non sono altro che un mucchio d'ossasotto le ossa la carne attorno alla carne grassorimestato dal sangue tutto impastato dai lividi della vita chiazze in chiaro scuro                                                  pochi neuroni inveroscintillano nella notte opalescenti gravano tare di pensieri costellazioni d'inconscio defluenti come mareee rifluenti allo stesso modo e i giochi di bambino sono corna pestate di ragazzo e la religione … Continua a leggere

Una poesia

La mia lunga assenza è finita. Propongo un bel testo di UNGARETTIUn auspicio più che un monito e il contrario.   AGONIA Morire come allodole assetate                                                                                               sul miraggio O come la quaglia passato il marenei primi cespugliperchè di volarenon ha più voglia Ma non vivere di lamentocome un cardellino accecato Milano 1914/1915

Inquietudine

Sto andando in vacanza. Sono un pò impegnato. Ma passerò a salutare un pò tutti quelli che conosco. Vi lascio questo piccolo pezzo, prima di partire, e poi quest'anno sicuramente tornare in questo mondo che mi ha riadottato. Sed. Giaccio sul letto colmo di strani pensieri. Dove sta andando la mia vita. Non lo so affatto. Zanzare mi ronzano attorno, … Continua a leggere

Una storia d’amore che non è mai arrivata ad incontrarsi.

Scusate, in questi giorni sembra che non ci sia, in parte e vero- poichè rientro tardissimo- passero da voi con la calma che meritare. Prima parte- La prima volta che s’incontrarono fu al parco. Il grande parco che divideva la città a metà, percorrendola in orizzontale con i suoi pini alti e le aiuole gravide di verde. Stavamo in mezzo … Continua a leggere

PICCOLE CONSIDERAZIONI

Non c’è premio per chi soffre. Voglio dirvi anzitutto questo. Non c’è nessun regno. Chi soffre ha il diritto di soffrire, e la sofferenza è qualcosa d’inevitabile se si vive. Prima o poi soffriamo tutti, questo è un fatto. Ogni esistenza ha la sua sofferenza e ogni sofferenza ha la sua intensità, ma ognuno di noi reagisce in maniera diversa … Continua a leggere

7/7/2006- ora non determinata

Questo componimento che non oso definire una poesia- è dedicato a una persona la cui follia, la cui gioia di vivere, genera in me uno stato d’animo non comune- tale da non poter essere definito- che tutto fluttui nell’aria. Sono rimastocon pensieriimbambolati nell’umore della notterovistando rovistandonella mentea vedere quel nerod iride che mi colmae mi lasciacompletamente.soddisfatto e poi ancora pensierisalgono … Continua a leggere

E TE LA PRENDI PER COSI’ POCO

Ti voglio raccontare una cosa, Simona. Quel giorno ero proprio arrabbiata, mi sembra di non essere mai stata così arrabbiata per qualcosa in vita mia, giuro.E’ stata colpa sua, lo sai di chi sto parlando, non c’è bisogno di dire tanto.La sera prima m’ha trattata in un modo che non lo sopportavo proprio. Cerco di avvicinarmi a lui, come sempre, … Continua a leggere